Osservatorio Findomestic: Stadi e pay-tv, un tifoso di calcio su due prenota un posto in prima fila - BNP Paribas Italia
BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
News and press
agosto 1, 2017 -

Osservatorio Findomestic: Stadi e pay-tv, un tifoso di calcio su due prenota un posto in prima fila

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

nuovo-logo-FindomesticE’ online l’ultimo numero dell’Osservatorio mensile di Findomestic società del Gruppo BNP Paribas specializzata nel credito alla famiglia. L’osservatorio misura ogni mese la fiducia degli italiani, la capacità e intenzioni di risparmio e le intenzioni di acquisto previste per i tre mesi successivi.

 

Osservatorio agosto 2017

Secondo i dati dell’Osservatorio di agosto di Findomestic gli italiani spendono in media 284 euro per l’abbonamento alla squadra del cuore, 72 euro per il merchandising e 337 euro per la scuola calcio dei figli.

Stadi e divani pieni per la prossima stagione calcistica: secondo i dati dell’Osservatorio Findomestic di agosto, realizzato in collaborazione con Doxa, il 37% degli appassionati si abbonerà alla pay tv appositamente per guardare le partite di pallone mentre il 6% farà l’abbonamento allo stadio pagando in media 284 euro per un posto garantito sugli spalti. Insomma: quasi un tifoso su due quest’anno non rinuncerà a un posto fisso ‘in prima fila’.

LA SPESA PER IL MERCHANDISING. Lo studio Findomestic analizza le principali voci di spesa che i nostri connazionali riservano all’amatissimo calcio. Sul fronte del merchandising, negli ultimi 12 mesi il 21% dei calciofili ha acquistato magliette, bandiere e gadget per una cifra media pro capite di 72 euro.

ALLO STADIO: PERCHÉ SÌ E PERCHÉ NO. Per quanto riguarda gli abbonamenti allo stadio i più ‘spendaccioni’ risultano essere i 35-44enni, con un esborso di 317 euro a testa; la spesa media scende a 271 euro nella fascia fra i 45 e i 64 anni e a 230 euro tra i tifosi più giovani, quelli di età compresa fra i 18 e i 34 anni. L’Osservatorio Findomestic dimostra che la maggior parte (precisamente il 60%) preferisce un’unica soluzione di pagamento, mentre il 21% sceglie la rateizzazione. Tra i tifosi che fanno a meno dell’abbonamento allo stadio, il 29% dichiara che si trova troppo lontano da casa, il 27% sostiene che sia una spesa troppo costosa, il 26% preferisce guardare le partite in tv e il 14% afferma che gli stadi non sono luoghi sicuri.

PAY-TV, COSTOSA MA NON TROPPO. Se il 48% degli appassionati di calcio è certo di non sottoscrivere un abbonamento alla pay tv, rinunciando ai match della squadra del cuore tra le mura di casa, tra questi solo il 36% ritiene che rappresenti una spesa eccessiva, come emerge dai dati raccolti da Findomestic.

LA SCUOLA CALCIO DEI FIGLI. L’amore per il calcio accomuna genitori e figli non solo allo stadio o davanti alla tv. Il 23% dei tifosi interpellati da Findomestic, infatti, ha almeno un figlio che gioca a pallone: una passione che costa a mamma e papà 337 euro all’anno in media.

IL TOTO-SCUDETTO. Nel bel mezzo della sessione estiva di calciomercato, è già scattato il rito del toto-scudetto: secondo il 54% dei tifosi interpellati la Juventus, Campione d’Italia in carica, è la favorita alla conquista del Campionato di Serie A. L’indagine di Findomestic conferma anche la predominanza di tifosi bianconeri in Italia: il 29%, infatti, è un sostenitore delle Vecchia Signora, davanti a Inter (16%), Milan (15%), Napoli e Roma (appaiate al 7%).

FIDUCIA E INTENZIONI DI ACQUISTO. L’Osservatorio Findomestic, come sempre, esamina anche i principali segmenti di mercato in Italia e, in tema di fiducia e intenzioni di acquisto, rileva un ulteriore peggioramento del livello di soddisfazione nei confronti della situazione del Paese (-0,1%): si tratta del punto più basso registrato da oltre un anno a questa parte.

Scarica l’Osservatorio completo

Comunicato Stampa Osservatorio agosto 2017

Per saperne di più osservatoriofindomestic.it