Un Mese di Borsa: on line il numero di agosto - BNP Paribas Italia
BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
agosto 2, 2018 -

Un Mese di Borsa: on line il numero di agosto

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

Un Mese di Borsa è il magazine di BNP Paribas – BNL che contiene approfondimenti sui mercati, accurate analisi dei sottostanti, interviste esclusive a economisti.

Un Mese di Borsa – Agosto 2018

 

Economia alle prese con l’incognita protezionismo
I venti di guerra commerciale hanno soffiato sempre più forti con l’arrivo dell’estate contribuendo a intensificare i messaggi di preoccupazione circa le possibili ripercussioni sulla crescita economica globale, che comunque quest’anno è attesa mantenersi molto forte. La maggiore spinta propulsiva arriva dagli Stati Uniti che continueranno a giovarsi dell’effetto positivo della riforma fiscale fortemente voluta da Donald Trump. Il corposo taglio delle tasse dovrebbe alzare il tasso di crescita degli Stati Uniti di circa 1,2 punti percentuali nel triennio 2018-2020 (stime Fmi). Il superciclo di crescita economica degli Stati Uniti va ormai avanti ininterrottamente dal 2010 e le indicazioni al momento vanno tutte nella direzione di una solida fase di espansione anche nei prossimi trimestri. Jerome Powell, dallo scorso febbraio alla guida della Federal Reserve, ha rassicurato il Congresso Usa circa l’ottima salute di cui gode l’economia a stelle e strisce con l’occupazione vista ancora crescere e l’inflazione stabilizzarsi intorno al target del 2 per cento anche nel medio-lungo periodo. L’incognita è sulle potenziali ripercussioni dell’inasprirci delle tensioni sul fronte commerciale. Non è facile prevedere quale sarà l’effetto della questione dazi sulla crescita. A Jackson Hole, sede del tradizionale simposio dei banchieri centrali, in programma dal 23 al 25 agosto, la discussione verterà sicuramente su tali rischi.

Tlc al test di Iliad
L ’arrivo dell’operatore low cost francese Iliad, attesa da tempo, ha alzato ulteriormente l’asticella della competizione nel mercato mobile in Italia. La reazione repentina delle big con promozioni ad hoc per evitare di perdere abbonati ha confermato l’innesco di una guerra delle tariffe. Il rischio è che questa guerra dei prezzi possa nel tempo erodere, almeno in parte, la marginalità degli operatori tradizionali, impattando negativamente sui loro bilanci. Se le offerte a prezzi più bassi diventassero permanenti, si potrebbe infatti assistere a una maggiore pressione sull’Arpu (l’average revenue per user, ossia il ricavo medio per utente). I conti dei big relativi al terzo trimestre, vale a dire tra luglio e settembre (i primi mesi dopo l’ingresso in Italia di Iliad) saranno importanti per valutare i reali effetti.

Vacanze in barca a vela: veleggiar per mar in Europa
C’è chi l’ha scelto come lavoro. É Alyzee che è stipendiata per girare il mondo in barca a vela. C’è chi ha, invece, deciso di trascorrere così le proprie vacanze, veleggiando in Italia o in Europa (a seconda delle preferenze). Dai tour operator alle scuole di vela, dai siti specializzati alle piattaforme online per il noleggio di barche: sono diverse le strade e i modi per scoprire il mare in barca a vela. Per chi ha deciso all’ultimo momento di organizzare una vacanza del genere, può consultare i siti Marinanow o Click&Boat che permettono di noleggiare barche o anche singoli posti alla scoperta dei mari d’Europa. C’è anche il modello Sailsquare, che attraverso una piattaforma online, connette skipper con viaggiatori che vogliono fare un’esperienza o una vacanza in barca a vela. Non a caso è stata battezzata l’Airbnb della nautica. C’è anche la possibilità, per chi volesse, di abbinare alla vacanza classica un corso per conoscere o approfondire tutte le tecniche del mondo delle vele. E in questo caso basta scegliere una delle tante scuola di vela con sede nella propria città.

Un Mese di Borsa – Agosto 2018