BNP Paribas Real Estate: analisi dell'andamento degli investimenti degli immobili commerciali in Europa - BNP Paribas Italia
BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
settembre 13, 2018 -

BNP Paribas Real Estate: analisi dell’andamento degli investimenti degli immobili commerciali in Europa

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

BNP Paribas Real Estate analizza l’andamento degli investimenti in immobili commerciali in Europa nel primo semestre 2018

Crescita economica europea: lenta e costanteI forti tassi di crescita registrati a livello mondiale alla fine del 2017 hanno segnato un lieve rallentamento all’inizio del 2018, riflettendo condizioni monetarie più restrittive. Le ipotesi relative all’andamento della crescita economica mondiale si mantengono tuttavia su livelli elevati per il corso dell’anno, sostenute da una combinazione positiva di alcuni fattori come la creazione di nuovi posti di lavoro, l’aumento degli utili aziendali e il facile accesso alle fonti di finanziamento. Il rallentamento della crescita dell’Eurozona riflette la tendenza economica globale. In conseguenza di ciò, la Bce ha già annunciato che non intende aumentare i tassi di interesse prima dell’estate 2019. Gli obiettivi di crescita, uniti al target di inflazione della Banca centrale, richiedono infatti ancora un alto livello di sostegno monetario.

 

Buon andamento per gli investimenti
Gli investimenti in immobili commerciali hanno continuato a crescere in Europa nel primo semestre del 2018 fino a raggiungere i 115,4 miliardi di euro, il 2% in più rispetto allo stesso periodo di un anno prima. “Il 2017 è stato un anno record per i volumi di investimenti in Europa. Ma anche il 2018 è partito molto forte sostenuto, in particolare, da alcune grandi transazioni di immobili direzionali. Gli investitori internazionali credono nel contesto economico positivo del Vecchio continente”, afferma Larry Young, responsabile dell’International Investment Group di BNP Paribas Real Estate. Questa fiducia ha favorito il settore degli Uffici (+9%), che ha raggiunto il 44% del volume totale degli investimenti. Le transazioni di immobili Retail si sono stabilizzate mentre il settore industriale e della logistica è sceso (-16%) fermandosi al 12% del totale scambiato (dopo i livelli record toccati nel 2017).

Comunicato stampa – Andamento investimenti immobiliari in Europa