Un Mese di Borsa: sfida emissioni per l'automotive UE sul numero di novembre - BNP Paribas Italia
BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
novembre 2, 2018 -

Un Mese di Borsa: sfida emissioni per l’automotive UE sul numero di novembre

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

Un Mese di Borsa è il magazine di BNP Paribas – BNL che contiene approfondimenti sui mercati, accurate analisi dei sottostanti, interviste esclusive a economisti.

 

Un Mese di Borsa – Novembre 2018

 

Tlc e la scommessa 5G, l’Europa pronta alla sfida
La tecnologia 5G promette di rivoluzionare l’industria tlc e non solo. Le sue grandi potenzialità sono testimoniate dall’asta record tenutasi in Italia (oltre 6,5 miliardi di euro) con Tim e Vodafone in prima linea per aggiudicarsi le frequenze più ambite. La rivoluzione 5G ripagherà questi esborsi? Le previsioni fanno tutte pensare a un business destinato a trionfare in tempi molto rapidi con il numero di connessioni 5G atteso superare la soglia del miliardo già nel 2023 per poi balzare fino a 2,6 miliardi entro il 2025 (stime Statista.com). Una grande porzione di queste sottoscrizioni – quasi la metà – arriveranno dall’Asia, seguita a debita distanza dagli Stati Uniti. Le prime implementazioni 5G sono previste a inizio 2019 in mercati quali Stati Uniti, Corea del Sud, Australia, Giappone e Cina. L’Europa non resterà certo a guardare. Tutti i principali player tlc del Vecchio Continente stanno puntando con decisione sulla nuova tecnologia e cercano sponda anche nell’UE.

Sfida emissioni per l’automotive UE
Obiettivi decisamente ambiziosi quelli che si è posta l’Unione Europea in termini di riduzione delle emissioni nocive. Il compromesso raggiunto il mese scorso dai Paesi Membri dell’Unione Europea pone l’obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2 a -35% per le automobili (-30% per i veicoli commerciali) entro il 2030. Un accordo che risulta una sorta di compromesso tra la richiesta di -40% arrivata dal Parlamento Europeo e il -30% caldeggiato invece dalle case grandi case automobilistiche tedesche, preoccupate per le ripercussioni negative per la competitività dell’industria auto europea. In tal senso l’Acea, associazione europea dei costruttori, ha cercato di mediare le posizioni chiarendo però che la riduzione dei livelli di CO2 accordata dagli stati membri rischia comunque di avere un impatto negativo sulla competitività dell’industria automobilistica, sui lavoratori così come sui consumatori.
La sfida sulle emissioni si inserisce in un panorama auto in veloce cambiamento negli ultimi anni.
Risulta però ancora lontana una reale svolta sul fronte green con poco più di un decimo delle 15 milioni di auto vendute nell’Unione Europea che risulta in linea con i limiti del 2021; e tra queste le vendite di auto elettriche rappresentano solo l’1,5% del totale. Anche la Germania, che rappresenta il maggiore mercato continentale per numero di auto elettriche vendute, risulta indietro rispetto al target di 1 milione di auto elettriche in circolazione entro il 2020 indicato dal governo Merkel. I bonus ambientali introdotti in Germania e altri paesi non sono stati al momento sufficienti. Sicuramente una spinta propulsiva al mercato elettrico e dell’ibrido arriverà dall’ondata di nuovi modelli in arrivo nei prossimi anni.

Un autunno tra le terre e i sapori di Langhe e Roero
Dal 2014 sono entrati a far parte del patrimonio dell’umanità Unesco. Si tratta dei paesaggi vitivinicoli delle Langhe-Roero e del Monferrato in Piemonte, terre dominate da dolci colline e vigneti, costellate da borghi, torri e castelli medioevali, con cantine secolari. Un connubio perfetto tra cultura, territorio e sapori che si incontra in un unico territorio. Con queste premesse le Langhe e il Roero diventano un luogo ideale per spendere un weekend autunnale all’insegna del relax, ma anche dei sapori. E se settembre è il mese dedicato ai grandi vini con i tour nei vigneti alla scoperta delle terre del Nebbiolo (con i suoi nobili figli: il Barbaresco e il Barolo), a ottobre e novembre è il ‘Tuber magnatum Pico’ (ovvero il tartufo bianco) ad essere il protagonista assoluto, con l’immancabile appuntamento con la fiera internazionale d’Alba. La kermesse chiude i battenti il 25 novembre, dopo otto settimane dedicate al “diamante grigio”. Un evento che va oltre l’appuntamento gastronomico “tradizionale”, proponendo mostre, show cooking, folclore, manifestazioni di piazza e percorsi esperienziali.

 

Scarica Un mese di borsa novembre 2018 per saperne di più