Un mese di Borsa: on line il numero di settembre - BNP Paribas Italia
BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
settembre 9, 2019 -

Un mese di Borsa: on line il numero di settembre

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

Un Mese di Borsa è il magazine di BNP Paribas – BNL che contiene approfondimenti sui mercati, accurate analisi dei sottostanti, interviste esclusive a economisti.

 

Un Mese di Borsa settembre 2019

 

Banche globali: le cinesi dominano, quelle Usa inseguono
Anche nel 2018 le banche cinesi restano le protagoniste della classifica mondiale per dimensioni. Se si allarga lo sguardo, gli istituti di credito statunitensi hanno ingranato la marcia, con i ricavi che sono cresciuti a un ritmo più elevato di quelli europei, che si sono concentrati sul mercato domestico. Questi i punti principali che emergono dall’indagine sulle principali banche internazionali condotta dall’area studi Mediobanca.

Le banche cinesi non sembrano avere rivali. Osservando la classifica globale, si conferma al primo posto Industrial and Commercial Bank of China (3.517 miliardi di euro di attivi) con le connazionali Agricultural Bank of China (2.871 mld) e China Construction Bank (2.856 mld) che si piazzano rispettivamente al secondo e terzo posto. Fuori dal podio il gigante americano JP Morgan Chase (2.703 mld). Per trovare la prima europea in classifica bisogna arrivare in ottava posizione dove c’è la francese BNP Paribas (2.276 mld) che recupera una posizione rispetto al 2017 e supera la britannica HSBC (2.275 mld). Restano indietro le banche italiane che, rispetto alla precedente rilevazione, perdono posizioni: UniCredit è 26esima e Intesa Sanpaolo è 29esima.

Le colline del Prosecco patrimonio dell’umanità
Sono diventate le bollicine più alla moda, figlie di un territorio che dallo scorso luglio è entrato ufficialmente nella squadra dei siti italiani Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco. Si tratta delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, le terre del Prosecco Superiore Docg. Un paesaggio in cui l’uomo ha saputo promuovere “il mantenimento dei vigneti, dei ciglioni e delle altre caratteristiche fondamentali per la conservazione delle tradizioni locali e la tutela della biodiversità e degli ecosistemi associati”.

Il 2018 è stato archiviato con quasi 93 milioni di bottiglie vendute, di cui 43 milioni all’estero, e con una crescita a valore, nel 2017, sempre più significativa (+2%, che per l’estero segna +6,3%). Queste alcune cifre che raccontano il successo del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, tra i simboli del made in Italy, che quest’anno celebra il 50esimo anniversario della Denominazione.

Scarica Un Mese di Borsa settembre 2019