BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
agosto 1, 2007 - , ,

Risultati del 2° trimestre 2007

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

UNA VIGOROSA CRESCITA ORGANICA…
Margine d’intermediazione del 2° Trimestre 2007 8.214 M€; + 13,4%/2T06
(a perimetro e cambio costanti +13,6%)
Retail Banking in Francia (esclusi PEL/CEL) + 3,5%/2T06
BNL bc + 7,4%/2T06
Retail Banking Internazionale e Servizi Finanziari + 9,4%/2T06
Asset Management and Services + 21,9%/2T06
Corporate e Investment Banking + 24,0%/2T06
Utile Netto di Gruppo 2.282 Mil €; + 20,0%/2T06

…FRUTTO DELLA STRATEGIA D’INTERNAZIONALIZZAZIONE E D’INNOVAZIONE
56% dei ricavi fuori dal territorio francese
Un gruppo leader europeo*:
• Retail banking: due mercati domestici, grazie al successo dell’integrazione di BNL, e una presenza pan-europea nei servizi finanziari specializzati: Cetelem è N° 1 del credito al consumo in Europa continentale
• Asset Management and Services: N°1 europeo nella custodia titoli, nel brokerage e nel risparmio on-line, N°2 nella consulenza nell’immobiliare d’impresa
• CIB: un leader europeo, con attività su scala globale nei derivati e nei finanziamenti specializzati; n° 2 europeo per risultati al lordo delle imposte 2006; N° 2 mondiale nei derivati di azioni.
Fonti Lease Europe, EuroProperty e Ricerca BNP Paribas

UNA REDDITIVITÀ SEMESTRALE IN FORTE AUMENTO
Utile Netto per azione semestrale € 5,22 (+ 17,9%)
ROE al netto delle imposte annualizzato 23,6% (+ 1,4 pt)

Il 31 luglio 2007, il Consiglio di Amministrazione di BNP Paribas, riunitosi sotto la presidenza di Michel Pébereau, ha esaminato i risultati del Gruppo per il secondo trimestre dell’anno in corso e il bilancio del primo semestre 2007.

UNA VIGOROSA CRESCITA ORGANICA

BNP Paribas ottiene nel secondo trimestre 2007 un forte incremento (+ 13,4%) del margine d’intermediazione trimestrale, pari a 8.214 milioni di euro. I costi operativi, pari a 4.848 milioni di euro, aumentano del 13,1%. A perimetro e cambio costanti, il margine d’intermediazione aumenta del 13,6% e i costi operativi del 10,5%, al netto dei costi di ristrutturazione di BNL, generando un effetto forbice Differenza fra il tasso di crescita dei ricavi e quello dei costi operativi. molto positivo. L’utile lordo di gestione cresce del 13,8% (+ 18,1% a perimetro e cambio costanti).

Il costo del rischio resta a livelli moderati, con 258 milioni di euro, pari allo 0,21% degli impieghi ponderati, contro lo 0,11% registrato nel secondo trimestre 2006 e lo 0,23% del primo trimestre 2007. L’aumento del costo del rischio rispetto al 2° trimestre 2006 (137 milioni di euro) è attribuibile per 86 milioni di euro a riprese di valore sugli accantonamenti meno elevate per CIB e per le Altre Attività, e per 15 milioni di euro all’ampliamento del perimetro, in particolare con l’integrazione di UkrSibbank.

BNP Paribas, grazie alla buona qualità della sua base clienti e alla prudenza della sua politica dei rischi, non subisce direttamente l’influenza dell’attuale crisi dei crediti “sub-prime”, né delle tensioni esistenti nel mercato dei LBO. La qualità della gestione dei rischi di BNP Paribas è stata sottolineata il 10 luglio dall’agenzia di rating Standard and Poor’s, in occasione dell’annuncio dell’aumento ad AA+ del rating di BNP Paribas. BNP Paribas si posiziona così fra le cinque grandi banche con il miglior rating a livello mondiale.

Anche la redditività di BNP Paribas si conferma nel secondo trimestre 2007 in forte crescita, con un utile netto di gruppo pari a 2.282 Mil € (+ 20,0%).

Per il primo semestre, l’utile netto di gruppo è pari a 4.789 milioni di euro (+ 22,4%), con un utile netto semestrale per azione di € 5,22 (+ 17,9%). La redditività su base annua dei capitali propri si attesta su 23,6%, con un incremento di 1,4 punti rispetto al primo semestre 2006.

Scarica il documento (119 ko)

Francesco Chiurco
+39 06 47 02 72 15
francesco.chiurco@bnlmail.com

Antoine Sire
+33 1 40 14 21 06
antoine.sire@bnpparibas.com

Gerardo Tommasiello
+33 1 55 77 55 14
gerardo.tommasiello@bnpparibas.com