BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
luglio 8, 2011 -

BNL main sponsor del progetto “Terre di Lotto”

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

Già in occasione della mostra dedicata all’artista veneziano, la Banca, main sponsor dell’evento, aveva offerto in prestito il quadro di sua proprietà, “Giuditta con la testa di Oloferne”, e sostenuto il restauro di 13 opere.

Terre di Lotto

BNL-Gruppo BNP Paribas è main sponsor di “Terre di Lotto”, l’iniziativa nata per favorire la tutela “attiva” dei capolavori di Lorenzo Lotto, attraverso l’attenzione a tale patrimonio artistico nel suo territorio di appartenenza, con la creazione di itinerari culturali, attività di promozione turistica duratura e un ricco calendario di eventi. La mostra dedicata all’artista veneziano, che si è da poco conclusa a Roma presso le Scuderie del Quirinale, ha rappresentato una prima importante fase di questo progetto.

Proprio in occasione della mostra, BNL aveva voluto concorrere alla realizzazione di questo evento culturale di portata internazionale, offrendo in prestito uno dei capolavori della propria collezione privata, “Giuditta con la testa di Oloferne”. L’opera è un prezioso olio su tavola, firmato e datato “L. Lotus 1512”, che riprende uno dei più celebri episodi della tradizione biblica: Giuditta, subito dopo aver ucciso e decapitato Oloferne, si accinge, ancora con la spada in pugno, a nascondere la testa del generale assiro nella bisaccia dei viveri tenuta aperta da un’attonita serva.

Il quadro è custodito presso lo storico Palazzo della Direzione Generale di BNL, in Via Veneto, ed era stato finora visibile al pubblico esclusivamente durante la giornata di “Invito a Palazzo”, giorno in cui le sedi delle banche aprono le loro porte al pubblico.

Sempre nell’ambito della mostra, BNL, inoltre, ha sostenuto il restauro di 13 opere del pittore rinascimentale, tra cui: “Ritratto di balestriere” proveniente dalla Pinacoteca Capitolina, “Predella di San Bartolomeo” dall’Accademia Carrara di Bergamo e “San Cristoforo, San Rocco e San Sebastiano” dalla Santa Casa di Loreto. Le opere restaurate saranno restituite alle loro sedi originarie, luoghi d’arte e musei, dove verranno esposte con una targa permanente a testimonianza dell’impegno di BNL nell’attività di valorizzazione e salvaguardia del patrimonio artistico.

Con questa iniziativa, BNL conferma, infatti, la propria attenzione al mondo della cultura e dell’arte in particolare. La Banca, da semplice mecenatismo iniziale, nel corso degli anni, ha scelto di diventare promotrice di importanti eventi di carattere artistico e culturale, portando avanti iniziative di tutela, conservazione, valorizzazione di opere e artisti, che rappresentano un’inestimabile ricchezza nel panorama nazionale e mondiale.

BNL vanta oggi un patrimonio artistico di circa cinquemila opere, tra cui spiccano capolavori assoluti dell’arte classica e moderna, dalle antiche sculture romane ai dipinti. Oltre a Lorenzo Lotto, sono presenti opere di Canaletto, Spadarino, Baciccio, Afro, Morandi, Schifano e De Chirico. Grande interesse richiamano poi le due collezioni “Cinquanta Pittori per Roma”, eseguite da artisti come Savinio, Vespignani, Trombadori, Turcato, Mafai, Donghi, Guttuso e De Chirico: la prima collezione, quella dell’immediato dopoguerra, nata su ispirazione di Cesare Zavattini e l’altra del 2000 ideata per celebrare il Giubileo.

Negli ultimi anni, inoltre, in un’ottica di valorizzazione del proprio patrimonio artistico, la Banca ha più volte intrapreso un’intensa attività di restauro di opere di sua proprietà e di concessione di prestiti d’arte a musei ed enti, in occasione di importanti esposizioni nazionali e internazionali.

Tra i contributi più importanti promossi da BNL nell’ambito del patrimonio artistico italiano, oltre a quelli relativi alle opere del Lotto, vanno ricordati i restauri della pala “La Madonna dei Pellegrini” del Caravaggio, della statua di Paolina Borghese del Canova e della sala che ospita questo capolavoro nella indimenticabile cornice della Galleria Borghese di Roma. Infine va menzionato il restauro conservativo dell’Ara Pacis (progettato da Richard Meier) e quello delle Scuderie Vecchie di Villa Torlonia.

Per quanto riguarda le sponsorship, invece, ricordiamo la rassegna – inaugurata lo scorso 4 giugno – dal titolo “Julian Schnabel. Permanently Becoming and the Architecture of Seeing”, al Museo Correr di Venezia, dove la mostra resterà fino al 27 novembre. E poi, “Canaletto: il trionfo della veduta”; “Monet – Il Maestro della luce”; “Velázquez, Bernini, Luca Giordano. Le Corti del Barocco”; “Mario Mafai (1902-1965). Una calma febbre di colori”; “Zandomeneghi. Un veneziano tra gli impressionisti”; “Pop Art! 1956 – 1968”; “Giovanni Bellini”; “Futurismo. Avanguardiavanguardie”; “San Paolo in Vaticano”; la mostra su “Calder”; “La Natura secondo de Chirico” e “ CoBrA e l’Italia”.

BNL, fondata nel 1913, è uno dei principali gruppi bancari italiani e tra i più noti brand in Italia. Con circa 950 punti vendita in Italia, BNL offre un’ampia gamma di prodotti e servizi da quelli più tradizionali a quelli più innovativi per soddisfare le molteplici esigenze dei propri clienti (privati e famiglie, imprese e pubblica amministrazione).

BNL è dal 2006 nel Gruppo BNP PARIBAS, leader europeo nel settore dei servizi bancari e finanziari di portata mondiale, prima banca per depositi nella Zona Euro e una delle 6 più solide del mondo secondo la valutazione di S&P’s. Il Gruppo è presente in oltre 80 paesi, con più di 200.000 collaboratori, di cui 160.000 in Europa. BNP Paribas opera in Europa, attraverso la banca retail, su quattro mercati domestici: Belgio, Francia, Italia e Lussemburgo. Detiene posizioni chiave in tre grandi settori di attività: Retail Banking, Investment Solutions e Corporate & Investment Banking.

Contatti

Servizio Media Relations: +39 06 4702.7215-09; press.bnl@bnlmail.com