BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
gennaio 28, 2013 - ,

BNL Focus da oggi online su bnpparibas.it

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

Da oggi su bnpparibas.it sarà online BNL Focus il settimanale del Servizio Studi BNL, diretto da Giovanni Ajassa, che fa il punto sulla congiuntura economica in Italia.

BNL Focus approfondisce i grandi temi dell’economia italiana: le imprese, il “made in Italy”, la competitività del paese, le famiglie, i consumi, il mercato immobiliare, le banche e il risparmio. Il Focus del Servizio Studi BNL è la finestra aperta sull’Italia dal network globale della ricerca economica del gruppo BNP Paribas.

 

BNL Focus del 25 gennaio 2013

Editoriale: TARGET, credito ed economia
Tra agosto e dicembre del 2012 il saldo debitore dell’Italia sul sistema dei pagamenti TARGET si è ridotto da 290 a poco più di 250 miliardi di euro. Contestualmente ha cominciato a ridursi il credito netto accumulato sullo stesso sistema dalla Germania, a indicazione di una graduale “deframmentazione” dei circuiti interbancari dell’area euro. E’ un segnale positivo, che potrà consolidarsi con il procedere verso l’unione bancaria europea.

La diffusa inattività frena la crescita dell’economia italiana
In Italia 36 persone su 100 tra i 15 e i 64 anni né lavorano né cercano un’occupazione. La diffusa inattività contribuisce a spiegare la bassa crescita dell’economia. I dati sul Pil mostrano come un lavoratore italiano sia in grado di contribuire alla produzione con la stessa intensità di uno tedesco, ma il più basso numero di occupati determina una minore capacità dell’intero sistema di creare ricchezza.

Qualche positiva novità per il Portogallo che cerca di emergere dalla crisi
Il Portogallo è tra i paesi europei che più hanno risentito della crisi economico-finanziaria iniziata a metà 2007. Sulle prospettive di questo paese si è diffuso negli ultimi tempi un cauto ottimismo. A rendere vulnerabile il Portogallo sono state importanti criticità: il modesto vigore del processo di crescita, lo strutturale e rilevante squilibrio nei conti con l’estero, il troppo elevato rapporto tra prestiti e depositi bancari.

Leggi il documento completo