BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
aprile 24, 2017 -

BNL Focus: la discesa dei prezzi delle abitazioni potrebbe essere arrivata alla fine

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

Logo-BNL-Focus_bordo2E’ online l’ultimo numero di BNL Focus il settimanale del Servizio Studi BNL Gruppo BNP Paribas, diretto da Giovanni Ajassa, che fa il punto sulla congiuntura economica in Italia e all’estero.
 BNL Focus approfondisce i grandi temi dell’economia italiana: le imprese, il “Made in Italy”, la competitività del paese, le famiglie, i consumi, il mercato immobiliare, le banche e il risparmio. Il Focus del Servizio Studi BNL è la finestra aperta sull’Italia e sul mondo dal network globale della ricerca economica del Gruppo BNP Paribas.

 

BNL Focus – 21 aprile 2017

 

Un immobiliare di piccoli mercati
A livello globale il mercato immobiliare sembra ormai ben avviato lungo un sentiero di crescita stabile, almeno per quanto riguarda i prezzi che nel 2016 sono aumentati più del2%. Oggi l’indice dei prezzi a livello globale si posiziona solo tre punti sotto il piccomassimo registrato nel I trimestre del 2008. Situazioni di surriscaldamento dei prezzi sembrano circoscritte e soprattutto non riguardano paesi coinvolti dallo scoppio della bolla del 2007-2008. Tra i principali mercati di particolare interesse risultano la Cina e gli Stati Uniti. In Cina i prezzi città nel 2016 sono cresciuti in media dell’8%. A partire da novembre 2016 però il mercato ha mostrato segni di rallentamento, soprattutto nelle compravendite.

Negli USA a fine 2016 l’indice Case Shiller 20 è tornato ai livelli del 2007. In Italia la lunga fase di discesa dei prezzi delle abitazioni potrebbe essere arrivata alla fine. Nel IV trimestre del 2016 le quotazioni degli immobili residenziali hanno registrato una crescita su base annua dello 0,1%; seppure lieve, si tratta comunque della prima variazione positiva dal IV trimestre del 2011. Dal lato delle transazioni i dati continuano a essere positivi dal 2014. Il numero delle compravendite a fine 2016 è arrivato a 528.800, più o meno lo stesso valore registrato nel 1997 e pari a 350.000 unità in meno rispetto al picco massimo raggiunto nel 2006 (877mila).

Scarica il Focus completo