BNL ha concesso in prestito al Museo di Roma un'opera di Canaletto che fa parte del suo patrimonio artistico - BNP Paribas Italia
BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
aprile 19, 2018 -

BNL ha concesso in prestito al Museo di Roma un’opera di Canaletto che fa parte del suo patrimonio artistico

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

Capriccio con architetture classiche e rinascimentali di Canaletto

BNL Gruppo BNP Paribas ha concesso in prestito al Museo di Roma – Palazzo Braschi – un’opera tra le più importanti del proprio patrimonio artistico. Si tratta del dipinto “Capriccio con architetture classiche e rinascimentali di Giovanni Antonio Canal detto Canaletto. Il prestito è avvenuto in occasione della mostra “Canaletto 1697-1768” in corso a Roma fino al 19 agosto.

L’esposizione, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, vuole celebrare il grande pittore veneziano nel 250° anniversario dalla morte con una grande rassegna che raccoglie, in un unico nucleo, ben 68 opere, tra dipinti, disegni e documenti, mai esposti in Italia.

“Capriccio con architetture classiche e rinascimentali” è un olio su tela acquistato da BNL nel 1985 dalla collezione Tatiana Albertini di Milano e rappresenta uno dei dipinti più preziosi della Collezione artistica della Banca che conta circa 5.000 opere. Il quadro è custodito presso Palazzo Orizzonte EUROPA sede della Direzione Generale della Banca, situata nell’area della Stazione Alta Velocità a Roma.

Il soggetto di questa veduta è un “capriccio”, un’immagine d’invenzione, ma congegnata come si trattasse di un luogo vero, una sfida per rendere veritiero quanto è frutto dell’immaginario dell’artista. Dall’ampio porticato s’inquadra l’edificio principale che evoca il Pantheon e la villa Capra, la famosa Rotonda palladiana, ma né l’uno né l’altra. Il tutto tra i resti di un colonnato classico, il Tempio di Saturno, e dietro un’architettura in stile neogotico. Eccellenza dell’opera i contrasti di luci ed ombre che l’autore ha sapientemente creato sulle figure, le architetture e gli spazi, che all’occhio del visitatore rendono profondi gli sguardi sui dettagli. Dominante la scena, le sfumature dolci di luci rosate e azzurrine del cielo che si fondono sul ritmo quieto e continuo della vita di un paesaggio urbano, vero ma non reale allo stesso tempo. Nel cortile si vedono soldati, popolani, dame e gentiluomini in conversazione, donne e bambini, un cagnolino.

Canaletto è considerato uno dei più noti artisti del Settecento europeo che con il suo genio pittorico ha rivoluzionato il genere della veduta ‒ ritenuto fino ad allora secondario ‒ mettendolo alla pari con la pittura di storia e di figura, emblema degli ideali scientifici e artistici dell’Illuminismo.

BNL – che partecipa a questa importante mostra anche in qualità di sponsor – conferma ulteriormente l’attenzione al mondo della cultura e dell’arte e il proprio impegno per la loro promozione e diffusione nella società. La Banca sostiene la tutela, la conservazione e la valorizzazione di opere e artisti che rappresentano un’inestimabile ricchezza nel panorama nazionale e mondiale.

Proprio nell’ottica della diffusione dell’arte, BNL concede costantemente in prestito a musei ed enti le opere del proprio patrimonio artistico in occasione di importanti esposizioni in Italia e all’estero.

Comunicato Stampa prestito opera Canaletto