BNL Gruppo BNP Paribas dà in prestito il dipinto “Giuditta con le testa di Oloferne” di Lorenzo Lotto - BNP Paribas Italia
BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
ottobre 24, 2018 - ,

BNL Gruppo BNP Paribas dà in prestito il dipinto “Giuditta con le testa di Oloferne” di Lorenzo Lotto

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

BNL Gruppo BNP Paribas concede in prestito a Palazzo Buonaccorsi – Musei Civici di Macerata il prezioso dipinto “Giuditta con la testa di Oloferne” di Lorenzo Lotto in occasione della mostra “Lorenzo Lotto: il richiamo delle Marche” in corso fino al 10 febbraio 2019.

Il pittore veneziano ritorna nelle Marche, sua terra d’adozione, in un anno a lui dedicato. Il 2018 è stato definito, infatti, l’anno lottesco con eventi in Spagna, Gran Bretagna e Italia. Il 30 settembre si è chiusa la mostra delle sue opere presso il museo del Prado di Madrid, il 19 ottobre è partita la mostra del museo civico di Macerata e a novembre sarà la volta di una mostra presso la National Gallery di Londra.

La mostra di Macerata è nata con lo scopo di valorizzare i capolavori dell’artista nel loro territorio di appartenenza. L’esposizione, infatti, tra ricerca e suggestioni, porta a scoprire i capolavori di Lotto conservati nei centri lotteschi delle Marche in cui volutamente sono stati lasciati in dialogo con le bellezze paesaggistiche e storico-artistiche di queste terre.
La rassegna, curata da Enrico Maria Dal Pozzolo, raccoglie un nucleo di opere, alcune delle quali mai esposte in Italia, provenienti da grandi musei internazionali e da collezioni private.

Giuditta con le testa di Oloferne, uno dei capolavori della collezione artistica BNL, è un prezioso olio su tavola, firmato e datato “l. Lotus 1512”. Il dipinto riprende uno dei più celebri episodi della tradizione biblica: Giuditta subito dopo aver ucciso e decapitato Oloferne, si accinge, ancora con la spada in pugno, a nascondere la testa del generale assiro nella bisaccia dei viveri tenuta aperta da un’attonita serva.

Con l’adesione a questo evento, BNL conferma la propria attenzione al mondo della cultura e dell’arte. La Banca sostiene, inoltre, la tutela, la conservazione e la valorizzazione di opere e artisti che rappresentano un’inestimabile ricchezza nel panorama nazionale e mondiale. Proprio nell’ottica della diffusione dell’arte, BNL concede costantemente in prestito a musei ed enti le opere del proprio patrimonio artistico in occasione di importanti esposizioni in Italia e nel Mondo

Tra i prestiti d’arte concessi più recentemente si ricordano: “Capriccio architettonico” di Antonio Canal detto Canaletto in prestito a Palazzo Braschi – Museo di Roma per la mostra “Canaletto 1697 – 1768”; “La Fornace” di Angelo Morbelli concessa a Palazzo Cucchiari a Carrara per l’esposizione “Colori e forme del lavoro”. Il dipinto “Cascata delle Marmore” di Jean-Baptiste Camille Corot, andrà nei prossimi giorni a Milano – Gallerie d’Italia per la mostra “ Romanticismo” (25 ottobre – 17 marzo 2019).

Molte le attività promosse da BNL anche in ambito di conservazione e restauro del patrimonio, sia a tutela della propria Collezione sia verso altre opere esterne alla Banca, a dimostrazione di un interesse che va oltre quello semplicemente utilitaristico ed affonda le radici nell’essere Azienda Responsabile.

BNL promuove la cultura anche sul web con l’account Twitter @BNL_PR e su Instagram con @bnl_cultura