BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
febbraio 26, 2019 -

BNP Paribas Real Estate analizza l’andamento dei principali mercati europei degli uffici e degli investimenti nel 2018

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

Il volume degli investimenti in Europa nel 2018 è in linea con i livelli record del 2017: €264,5 miliardi di euro, solo l’1% in meno rispetto all’anno precedente. A cambiare è invece la tipologia di asset in primo piano. Se il 2017 era stato l’anno del settore logistico, il 2018 può essere definito come l’anno del settore degli uffici che ha raggiunto i livelli più alti degli ultimi dieci anni grazie a una serie di mega deal, come ha confermato Larry Young, responsabile dell’International Investment Group di BNP Paribas Real Estate.

Fatta eccezione per gli uffici (+4%) e “altri servizi” (+18%), tutti i settori hanno registrato una flessione. Il retail (-16%) ha proseguito la tendenza al ribasso iniziata tre anni fa, mentre il settore industriale e logistico (-7%) rimane pressoché allineato al valore record di €38,2 miliardi del 2017.

Per quanto riguarda invece il volume degli investimenti nei singoli paesi, il Regno Unito guida ancora il mercato europeo (con €66,5 miliardi) nonostante una flessione del 10% che ha influito sulla media complessiva. Questo risultato è riconducibile principalmente alla diminuzione della quota di investitori esteri (-21% rispetto al 2017) come conseguenza dell’attuale contesto economico e politico. Molto dinamica nel 2018 l’attività degli investimenti in Germania con €61,5 miliardi, una cifra record per il mercato. Anche la Francia ha conseguito una performance record con un volume di €32,8 miliardi. Positivo anche l’andamento della maggior parte degli altri paesi europei, come Paesi Bassi (+3%), Spagna (+9%), Polonia (+42%), Belgio (+36%) e Irlanda (+43%). Pochi i paesi che hanno registrato una flessione, come l’Italia (-22%) e la Repubblica Ceca (-32%).

Comunicato stampa – Transazioni immobiliari in Europa