BNL Focus: Il factoring: una scelta di gestione dei propri crediti - BNP Paribas Italia
BNP Paribas Italia Notizie & Comunicati Stampa
dicembre 2, 2019 -

BNL Focus: Il factoring: una scelta di gestione dei propri crediti

Inoltra ad un amicoInoltra ad un amico StampaStampa

È online l’ultimo numero di BNL Focus il settimanale del Servizio Studi BNL Gruppo BNP Paribas, diretto da Giovanni Ajassa, che fa il punto sulla congiuntura economica in Italia e all’estero.
 BNL Focus approfondisce i grandi temi dell’economia italiana: le imprese, il “Made in Italy”, la competitività del paese, le famiglie, i consumi, il mercato immobiliare, le banche e il risparmio. Il Focus del Servizio Studi BNL è la finestra aperta sull’Italia e sul mondo dal network globale della ricerca economica del Gruppo BNP Paribas.

 

BNL Focus  – 29 novembre 2019

Il factoring: una scelta di gestione dei propri crediti
Il factoring è uno strumento che consente alle aziende un’efficiente gestione dei crediti offrendo vantaggi gestionali, finanziari e di garanzia di buon fine dell’operazione. A seconda della tipologia di factoring prescelta, il factor può fornire protezione in caso di inadempimento da parte del debitore e può anticiparne il controvalore. L’offerta di factoring domestico è affiancata da quella del factoring internazionale, in cui creditore e debitore appartengono a due Paesi diversi e quindi a due legislazioni diverse.

In Italia fanno ricorso al factoring 33mila imprese, quasi la metà piccole e medie. Il volume d’affari in Italia si è raddoppiato negli ultimi 10 anni, toccando i 240 miliardi di euro nel 2018; in rapporto al Pil del Paese, il factoring raggiunge il 14%.

Nel 2018 l’Italia rappresenta per dimensione il quarto Paese a livello mondiale ed il terzo in Europa. I dati preliminari indicano per quest’anno una crescita dei volumi rispetto al 2018; parallelamente il livello delle esposizioni in sofferenza continua a rimanere basso consentendo ai factor di offrire condizioni di tassi di interesse inferiori a quelli di altri strumenti finanziari.Fra dieci anni si assisterà alla drastica riduzione del numero di persone nella fascia di età più rilevante nei processi produttivi del paese. Se nel 2018 l’attuale generazione di Transizione ha ricoperto il 56,4% della forza lavoro principale di 25-54 anni, nel 2028 i Millennials peseranno solo il 48%, circa 3,7 milioni in meno.

Per saperne di più scarica il Focus completo